Apple: domani compie 40 anni il colosso di Jobs e Wozniak

L'Apple I rappresenta il primo di una lunga serie di computer commercializzati da quella che oggi è una delle maggiori aziende informatiche del pianeta. Steve Wozniak e Ronald Wayne. Correva il primo aprile 1976 quando "i due Steve", Steve Jobs e Steve Wozniak, decisero di costruire e vendere il loro primo personal computer, l'Apple I. Ma anche i "flop" non sono mancati, come ad esempio il primo portatile Lisa o il palmare Newton, quest'ultimo troppo in anticipo sui tempi nel "lontano" 1993.

"Oggi, Apple sta per reinventare il telefono". Ha precedentemente lavorato in diversi rivenditori Apple ed è in continua ricerca di smartphone, smartwatch applicazioni ed accessori da recensire e rumors da approfondire.

Tra questi, lo stesso Wozniak che recentemente si è detto preoccupato della scommessa sul nuovo orologio, l'Apple-watch, che secondo lui avvicina l'azienda al mondo della gioielleria e lo allontana dalla società originale che ha aiutare a cambiare il mondo della tecnologia. Nel 2010 tocca all'iPad rivoluzionare il XXIesimo secolo.

E ancora Apple Tv, un media center per riprodurre musica, video e podcast che si trovano nella libreria di iTunes, su un televisore.

Tim Cook come Steve Jobs accoglie i clienti di un Apple Store a Palo Alto, in California.

Poco dopo, l'azienda con sede nella californiana Cupertino conquistò il mercato interno con il pc iMac: a questo seguirà il lettore audio digitale iPod nel 2001, che fece scalpore con oltre 100 milioni di esemplari venduti nei primi sei ani. La scomparsa di Steve Jobs nel 2011, dopo una grave malattia, ha lasciato una cicatrice indelebile nella storia dell'azienda di Cupertino. Molte persone note negli Stati Uniti hanno rilasciato dichiarazioni sulla morte di Steve Jobs, fra cui il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama, il fondatore di Microsoft Bill Gates, Bob Iger della Walt Disney Company, il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg, Sergey Brin e Larry Page, fondatori di Google, Tim Cook, CEO di Apple.

Sono gli albori di una storia gloriosa, anche se non priva di ombre, che ha portato la Apple a divenire uno dei marchi più conosciuti al mondo, inserendosi da outsider nel mercato informatico, inizialmente dominato da IBM e poi da Microsoft, che in quegli anni stava letteralmente esplodendo.