Abusivismo della terrazza di Montalbano, Procura: "acquisiremo ogni atto utile"

Dopo l'avvio di un'indagine conoscitiva, il procuratore Carmelo Petralia ha assegnato il fascicolo al sostituto Marco Rota, lo stesso che si è occupato di Veronica Panarello, la donna accusata dell'omicidio del figlio di otto anni.

I sospetti su presunti abusiedilizi che riguardano la terrazza della "casa di Montalbano"non piacciono al governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, che annuncia: "La casa di Montalbano non si tocca, metteremo unvincolo monumentale sull'immobile in considerazione del valorestorico e culturale che ha acquisito in omaggio al commissarioMontalbano, a Camilleri e all'intera Sicilia che non merita ichiacchiericci scandalistici, tentando di riproporre ilpreconcetto di una terra dove tutto è sbagliato e mentre tantitacciono sulle vere speculazioni dei palazzinari". Il dubbio è stato adesso rilanciato dalle 'Iene' che hanno ripreso il "discorso" consegnando al sindaco di Santa Croce Camerina, Franca Iurato, un dossier con alcuni documenti che proverebbero l'abuso. Non sull'intero immobile, ma proprio sulla terrazza, dove il commissario tra una colazione e una cena risolve i casi di cronaca nel paese, immaginario, di Vigata. Ci sarebbe, infatti, un'ordinanza di demolizione datata addirittura 1991 tirata fuori da un servizio del Le Iene.

Crocetta è convinto che si voglia "sollevare un moscerino su una vicenda senza alcun senso" e che "l'operazione che si vuole fare sulla casa di Montalbano mi ricorda quella che si fece sulla 'Finestra sul mare' realizzata da Antonio Presti, nell'ambito della Fiumare d'arte: cioè vedere un abusivismo in un'opera d'arte". La presunta ordinanza risale al '91: "chissa' quante sanatorie ci sono in corso". "Ho visitato la casa di Montalbano la scorsa estate, mi sono affacciato sulla terrazza, una emozione grandissima - continua Crocetta - Quei luoghi li frequento fin da ragazzo e sono stati sempre così".

Contro la trasmissione di Italia Uno anche il proprietario della casa, che ha fatto sapere: "Hanno presentato delle vecchie carte, ma sono trascorsi più di vent'anni e non sì è mai fatto nulla". Immediata è arrivata la reazione del proprietario, Pietro Di Quattro, che ha dichiarato: "Nel 1992 la Capitaneria di Porto ha riscontrato che sul demanio marittimo insisteva il mio terrazzo, così ne ha ordinato la demolizione". La casa si trova a Punta Secca, frazione del comune di Santa Croce Camerina, in provincia di Ragusa. Nel '95 un procedimento si sarebbe concluso con la prescrizione. "Attiverò immediatamente le procedure per tutelare la casa di Montalbano".