Caso Ustica, denunciati gli autori e chiesto sequestro film

Caso Ustica, denunciati gli autori e chiesto sequestro film

Arriva nei cinema Ustica, il film di Renzo Martinelli in sala da oggi, giovedì 31 marzo, grazie a Independent Movies e Zenit Distribution.

E intorno all'enigma che rappresenta quell'evento, al centro di tante controversie, ipotesi e supposizioni, nonché ombre oscure che si allungano sulle ricostruzioni ha deciso di costruire il suo ultimo film il regista Renzo Martinelli, specializzato in operazioni cinematografiche altamente controverse.

Frutto di tre anni di lavoro a stretto contatto con due ingegneri aeronautici sull'enorme mole di perizie e testimonianze effettuate nel corso degli oltre trent'anni trascorsi da quella tragica notte del 27 giugno 1980, il film suggerisce una nuova, agghiacciante verità, supportata da materiale documentale.

Denunciati gli autori del film "Ustica" per diffamazione e chiesto il sequestro immediato della pellicola.

A bordo del DC-9 di Ustica c'erano 13 bambini tra cui Benedetta, 7 anni, figlia della giornalista Roberta Bellodi (Caterina Murino).

Diverse le prese di posizione del mondo politico nei confronti di Martinelli, che tra l'altro ebbe uno scontro con il vero Fragalà dopo l'uscita di un altro film, quello sull'uccisione di Aldo Moro. L'onorevole Corrado di Acquaformosa (Marco Leonardi) è il marito della professoressa Valja Bagdani (Lubna Azabal), pilota di elicotteri, che ritrova il Mig abbattuto dai caccia americani, l'autopsia sul corpo del pilota libico è stata falsata, i medici vengono minacciati, e Valja muore misteriosamente in un incidente stradale. Ciò ha portato a un film in cui la finzione si ancora ostinatamente a documenti inconfutabili.

Non sono gli storici a scrivere la storia, ma la ragion di Stato. Tgcom24 offre in anteprima una clip dell film, che ripercorre le vicende della misteriosa tragedia del DC9 di Itavia. "Ci sarà pure - prosegue - un limite in questo Paese da nonsuperare per chi infanga la memoria di chi non si può piùdifendere per cavalcare la fantasiosa teoria del missile e dellabattaglia aerea già fatta a pezzi dalla sentenza passata ingiudicato dalla Cassazione penale".